Studio Chaos Blog

Studio Chaos Blog

Info

STUDIO CHAOS
via Dei Cedri, 11 - Trapani - info@studiochaos.org

LA PSICODIETA

newsPosted by alice vulpitta Tue, August 04, 2015 18:44:01



La PsicoDieta

Ho iniziato solo recentemente a interessarmi a tutto ciò che ruota attorno al mondo della dieta, da quando, cioè, ho incontrato la dietista Vincenza Bellini con la quale, insieme con altri professionisti, ho avviato lo Studio Chaos. La mia collega mi ha raccontato diverse esperienze di clienti frustrati e delusi che provenivano da esperienze in cui si riacquistava nuovamente il peso. Le raccontavano che le diete funzionavano, ma di come poi i vecchi chili ritornavano inesorabilmente.

Nei diversi colloqui di psicoterapia ho avuto modo di costatare quanto il livello di stress determina, in alcuni casi, stati di sovrappeso o di eccessivo dimagrimento.

Quando s’intraprende una dieta credo sia opportuno chiedersi quale sia la motivazione e, per evitare di riprendere i chili, è importante lavorare sulle proprie resistenze al cambiamento. Se non si accende la scintilla dentro di noi tutto ritorna come prima; ritorniamo ai nostri vecchi copioni di vita, o nel caso specifico “copioni alimentari”. Il desiderio di avere un corpo snello non è sufficiente per agire un vero cambiamento.

La motivazione è il primo elemento da considerare. Se si ha una motivazione estrinseca, la persona s’impegna in una dieta per scopi estranei alla stessa, ad esempio, per avere un aspetto magro, per indossare vestiti più aderenti, per ricevere complimenti; mentre quella intrinseca, al contrario, è la motivazione a fare qualcosa “per il gusto o il piacere di farlo”, è legata a una spinta interiore in cui si prova soddisfazione a star bene con il proprio corpo, ad alleggerirsi nel movimento, a nutrirsi in maniera sana ed equilibrata.

L’immagine corporea è un altro aspetto che incide molto sulla percezione del dimagrimento. Diventare magri si può, ma quando i chili si riacquistano, è perché l’immagine nella testa non è cambiata, non si sono assimilate le nuove dimensioni e si dice che “si è rimasti mentalmente grassi”.

Nel comportamento alimentare si coglie il rapporto con il cibo, altro fattore importante da considerare quando s’intraprende una dieta. Il cibo non ha solamente una funzione di nutrimento, ma possiede una connotazione psicologica, in cui pensieri, emozioni e relazioni influenzano la scelta di ciò che mangiamo.

Infine, l’amore verso il proprio corpo è la componente essenziale che, se nutrito a vari livelli, spirituale, affettivo, emotivo e relazionale, determina un profondo stato di benessere, un auspicato successo della dieta e, finalmente, un cambiamento duraturo nel tempo.

Diventiamo consapevoli di noi stessi, acquisiamo le strategie del cambiamento, scegliamo la PsicoDieta.


a cura della dr.ssa Alice Vulpitta



  • Comments(0)

Fill in only if you are not real





The following XHTML tags are allowed: <b>, <br/>, <em>, <i>, <strong>, <u>. CSS styles and Javascript are not permitted.